IL SALUTO DI GIANLUCA FORCOLIN, VICEPRESIDENTE REGIONE VENETO

Forcolin

“Con la Fiera di Santo Stefano si rinnova un tradizionale appuntamento per il Veneto Orientale, che offre l’occasione per riflettere e guardare in prospettiva allo sviluppo economico e sociale di questo territorio. Per valorizzare la ricchezza dal punto di vista storico e culturale di Concordia Sagittaria un settore su cui puntare potrebbe essere quello della promozione del turismo religioso in cui coinvolgere anche le realtà vicine del Friuli Venezia Giulia. E’ un segmento che andrebbe ad integrarsi in un quadro più ampio che vede questo territorio come nodo cruciale per i flussi verso le destinazioni balneari della costa.

La collaborazione tra Veneto e Friuli Venezia Giulia sta già procedendo a grandi passi per quanto riguarda il miglioramento delle infrastrutture di collegamento, come la realizzazione della terza corsia sulla A4 Venezia-Trieste, per citare l’esempio più eclatante. In materia di trasporto merci e persone potremo ricavare effetti positivi se sapremo mettere a sistema anche gli scali portuali.

Veneto e Friuli Venezia Giulia concordano sull’idea di unire le forze per presentare all’estero le loro spiagge sotto un unico brand: l’Alto Adriatico. Il Veneto ha istituito la Conferenza dei sindaci del litorale, come momento di coordinamento fra i comuni. Analoga iniziativa potrebbe essere messa in atto per le realtà costiere del Friuli Venezia Giulia per affrontare dinamiche che ci vedono interessati in maniera comune. Le due regioni insieme peseranno di più nei confronti di Roma e delle scelte che verranno fatte per i nostri territori.

Ecco allora che questa manifestazione fieristica diventa momento di confronto in una cornice di più vasto respiro. In fin dei conti, qui ritroviamo ciò a cui punta l’azione delle amministrazioni pubbliche e cioè una migliore qualità della vita dei cittadini.”

Comments are closed.