37a edizione – 2016

L’AGRICOLTURA è la protagonista della 37a edizione della Fiera di Santo Stefano

100x140_cs5

Anche quest’anno a Concordia Sagittaria si è rinnovato dal 29 luglio al 4 agosto il tradizionale appuntamento con la Fiera di Santo Stefano divenuta ormai un punto di riferimento importante per l’economia del Veneto Orientale e del Friuli Occidentale, in particolare per il settore agricolo.

L’agricoltura è stato il tema dominante di questa edizione – la 37ima – che si è aperta il 29 alle ore 18 con un convegno presso la sede municipale sul tema “Agricoltura e territorio: la sfida del futuro”.
Questa è stata l’occasione per affrontare, alla presenza dei sindaci del comprensorio portogruarese, con esperti in ambito agricolo la situazione attuale del comparto, anche alla luce delle recenti normative di carattere europeo, con una visione su quelli che potranno essere i risvolti futuri soprattutto per gli operatori.

Ne ha parlato, in modo particolare, l’assessore regionale veneto all’agricoltura Giuseppe Pan il quale, proprio in quei giorni stava presentando il rapporto 2015 sulla congiuntura del settore agroalimentare veneto. L’assessore ha avuto modo di evidenziare che “l’attivo della bilancia commerciale, la crescita delle aziende e del fatturato agroalimentare, il successo dei nostri vini soprattutto all’estero e la ripresa della produzione ittica e dell’acquacoltura sono gli aspetti più positivi dell’annata che si è conclusa, e mettono in luce la competitività del settore primario e la capacità delle politiche regionali di accompagnare l’innovazione, la qualità e l’internalizzazione dei nostri prodotti“.

Il Convegno, a cui ha preso parte anche il sindaco di Concordia Sagittaria Claudia Odorico e il Presidente della Fiera Giancarlo Burigatto, è stato poi seguito dalla presentazione de “Il Distretto Territoriale del Commercio GiraLemene: nuove sinergie per la crescita del territorio”,realizzato in collaborazione con l’Ascom-Confcommercio di Mandamento di Portogruaro.

Alle ore 20.00 si è svolta la classica cerimonia di apertura con taglio del nastro con la presenza di autorità regionali e locali, oltre che dei rappresentanti delle varie associazioni di categoria che anche hanno collaborato alla realizzazione della manifestazione fieristica organizzata dalla Fiera di Santo Stefano unitamente al Comune e alla Pro Loco e con il contributo della Regione Veneto.

Nel corso delle varie serate sono state svolte diverse iniziative: un evento sulla valorizzazione della carne veneta a marchio qualità con il maestro Bruno Bassetti (sabato 30), una dimostrazione della trebbiatura a cura del Gruppo Folkloristico Concordiese (domenica 31 alle 18.00), una mostra del pane artigianale a cura del Gruppo Panificatori di Concordia Sagittaria (domenica 31) e due appuntamenti dedicati al fagiolo borlotto concordiese (martedì 2) e al formaggio e miele (mercoledì 3), entrambi presso lo stand della Regione Veneto.

Temi fulcro delle serate sono state quindi le carni, il miele e i formaggi nonché il “fasuol scrit”, ovvero un particolare genere di fagiolo borlotto, esattamente il fagiolo scritto rampicante, che veniva coltivato negli appezzamenti di terra della Venezia orientale tra gli anni ’60 e ’80. Molti lo ricordano, ma qualcuno ha voluto riportare sulle tavole questo particolare prodotto, non solo per ricondurre alla memoria piacevoli ricordi, ma anche per regalare ai cultori del buon mangiare e del buon bere il gusto particolare di questo tipo di fagiolo, il Fagiolo di Concordia Sagittaria. Alcuni ristoratori concordiesi martedì 2 Agosto si sono dilettati con le loro sapienti mani a predisporre alcuni piatti della tradizione impiegando questo ingrediente tipico e tradizionale che viene, come allora, piantato nelle coltivazioni di mais e raccolto da fine Luglio e fino a Settembre.
Gli attori ristoratori sono stati Da Fanio, Zentil, Alla Torre, Alla Scala, Bistrot Altamarea.

E’ doveroso ricordare che la Fiera si inserisce in un progetto di più ampio respiro a cui numerosi partner, pubblici e privati, tra cui il Comune di Concordia Sagittaria e Confcommercio Portogruaro-Bibione-Caorle, stanno lavorando ormai da diverso tempo: il Distretto del Commercio Giralemene. Il progetto, che si estende sui tre ambiti comunali di Concordia Sagittaria, Portogruaro e Caorle, è finalizzato al conseguimento di una moltitudine di obiettivi funzionali al miglioramento dell’awareness, al consolidamento del patrimonio e alla brand image del territorio, alla rivitalizzazione dei centri storici, alla riqualificazione delle aree attraverso interventi strutturali mirati e ad una politica strategica e di marketing territoriale efficiente e condivisa.

Lunedì 1, alle 21, si terrà invece il concerto dei Rumatera, il gruppo musicale punk di Pianiga che canta quasi esclusivamente in veneto e che, dopo essere nato nel 2007, ha ormai calcato i palcoscenici internazionali, riscuotendo ovunque un notevole successo e grandi consensi, soprattutto tra i giovanissimi.

Durante tutto il corso della manifestazione fieristica è stato possibile visitare la mostra fotografica di ALFIO PADOVESE presso l’area Scuole Medie.

Anche in quest’edizione l’Associazione Loncon ha avuto il piacere di proporre ai visitatori della Fiera di Santo Stefano alcune degustazioni da Agricoltura a Km zero. Le proposte di quest’anno sono state: la mitica Soppressa “de ciasa” con un ottimo bicchiere di Raboso e gli estratti biologici, sempre a Km zero.

Rivista 2016_large

Guarda le foto della 37^ edizione della Fiera

We cannot display this gallery